Descrizione della professione

L’attività dell’estetista consiste nell’equilibrare e conservare il benessere e la freschezza della pelle, nel ritardarne l’invecchiamento e correggere eventuali imperfezioni, nel limite del possibile.
I suoi servizi sono rivolti a persone di ogni età, a donne e uomini. Infatti sempre più spesso anche gli uomini fanno ricorso agli istituti di estetica.
La cosmesi è un antica arte ma ora più che mai la cosmetologia è diventata ramo importante della ricerca farmacologia e dermatologica.

Le cure cosmetiche proposte dagli istituti specializzati sono largamente entrate nel costume della nostra società e in questo contesto l’estetista è una valida “educatrice” delle buone regole di vita contribuendo con il suo ruolo a migliorare sempre la qualità di vita delle persone.

L’atto cosmetico va dalla valutazione ed esame cutaneo, all’applicazione di vari prodotti e apparecchi estetici altamente specifici per ogni esigenza e sempre più all’avanguardia. Certo che il mezzo più importante di lavoro in questa professione sono le proprie mani, oltre alle qualità che l’estetista deve avere: preparazione, cortesia, disponibilità, aspetto curato, saper ascoltare e consigliare, piacere per il suo lavoro, creare un ambiente armonico e rilassante ecc.

Attualmente l’estetista svolge un ruolo molto complesso nella prevenzione e nel mantenimento del benessere delle persone, dell’armonia tra l’equilibrio psico-fisico di cui tutti abbiamo bisogno.
Oltre alla formazione scolastica di base, ampia ed esigente l’estetista dispone anche di tante possibilità di perfezionamento e aggiornamento tramite corsi specializzati, giornate di work-shop, conferenze, congressi, fiere.

Già dal 1989 l’estetista è stata inclusa a livello di legge sanitaria nella categoria degli operatori sanitari e questa scelta può confermare come il suo ruolo sia cambiato nei tempi.
L’estetista non cura soltanto il viso ma anche il corpo, le mani e i piedi.

I trattamenti normalmente proposti sono: la pulizia del viso, la tintura ciglia e sopracciglia, il make-up, trattamenti più specifici e personalizzati.
Per il corpo si possono proporre trattamenti: anti-cellulite, rassodamento, vari tipi di massaggio, presso terapia, depilazione di vari tipi, scrub per il corpo, impacchi di fanghi.

In più le manicure con possibilità di allungamento o french-manicure e la pedicure, impacchi di paraffina e per chi vuole allargare i consigli si possono dare consulenza di stile ed immagine (relooking).
Per i trattamenti invasivi come l’epilazione elettrica e/o elettrocoagulazione, trucco correttivo permanente al viso, linfodrenaggio ed estrazione di grani di miglio, l’estetista deve fare dei corsi successivi ed ottenere l’autorizzazione sanitaria cantonale per poterli eseguire (vedi regolamento professionale estetiste del 1995).

L’Estetista è sempre a disposizione delle clienti, per consigliare anche l’uso a domicilio dei prodotti cosmetici e i colori adatti per il make-up in varie occasioni.
Da nessuna altra parte si conosce meglio la vostra pelle, come nell’istituto dove ricevete i trattamenti. Ma il risultato ottimale si può ottenere solo con la collaborazione e la costanza della cliente e con la professionalità dell’estetista.


  • La formazione scolastica
  • Apprendistato
  • Il perfezionamento

Durata: 3 anni. Tirocinio presso un istituto estetico con personale qualificato e una formatrice di tirocinio.
Frequenza dei corsi presso il Centro Professionale Sociosanitario medico-tecnico Lugano (CPS-MT).
Per tutti i tre anni 1 giorno di scuola alla settimana più 8 giornate distribuite nell’arco di ogni anno.

14 giorni di corsi interaziendali, complemento e controllo alla pratica, nei primi due anni.
Principali materie d’insegnamento: Economia aziendale, organizzazione e tecniche aziendali, igiene, protezione dell’ambiente naturale, sicurezza sul posto di lavoro e misure di protezione,
comunicazione, consulenza e vendita, trattamenti estetici, trattamenti speciali, scienze naturali e conoscenze del corpo umano in relazione alla professione.

Gli esami finali sono teorico-pratico, chi supera l’esame di fine tirocinio consegue l’Attestato Federale di Capacità (AFC) che conferisce al titolare il diritto di avvalersi della designazione di ESTETISTA AFC.
Esistono anche scuole private, il cui diploma non è equiparato all’AFC.

L’estetista con diploma privato ha la possibilità (secondo l’art.33 della legge federale sulla formazione professionale) di presentarsi all’esame di fine tirocinio per conseguire l’AFC dimostrando un periodo di pratica di almeno 4 anni e mezzo e dopo aver seguito il corso preparatorio.
Dopo aver conseguito un AFC (di qualsiasi professione) bisogna seguire un corso superiore per poter in seguito accedere ai moduli di Formazione Superiore.

 

Autorizzazione sanitaria

L’autorizzazione sanitaria è necessaria per poter eseguire i seguenti lavori:

  • estrazione grani di miglio
  • drenaggio linfatico
  • trucco permanente
  • epilazione elettrica e/o elettrocoagulazione

Tale autorizzazione si può ottenere unicamente avendo l’AFC e frequentando corsi specifici organizzati dall’AESI.
In seguito è necessario richiedere l’autorizzazione all’Ufficio di Sanità a Bellinzona.